Duplichiamo la tua Creatività
Duplicazione, masterizzazione e personalizzazione supporti ottici
 
   
 
 Accedi   
 
 
 
Azienda
 
 
 
Prodotti
 
 
 
Servizi
 
 
 
Contatti
 
 
 
Specifiche tecniche
 
 
 
FTP Area
 
 
 
 Specifiche tecnicheGuida alla duplicazione     martedì, 14 agosto 2018  
 
Guida alla duplicazione
 
 
Template Grafici
 
 
Modulistica Siae
 
 
Normativa Siae
 
 
Siae, Domande e Risposte
 
Consigli per la creazione dei file grafici
Consigli utili per la creazione dei Master

Quando realizzate il vostro master vi consigliamo di seguire le semplici indicazioni sotto riportate, per evitare la sorpresa di vedersi il proprio master scartato in quanto non ha superato il "check master" dello stabilimento. Ricordatevi sempre che un master leggibile sul proprio lettore non sempre risulta idoneo alla duplicazione.

Masterizzate il supporto alla velocità più bassa selezionabile dal software di masterizzazione (consigliato 2X).
Utilizzare solo supporti di ottima qualità.
Impostare il metodo di masterizzazione a “Disk at once” (non utilizzare “track at once”)
Il master deve essere a un’unica sessione e “chiuso” (non più registrabile).
Utilizzare sempre DVD-R o CD-R, non utilizzare supporti riscrivibili (CD-RW, DVD-RW).
Per DVD 9 è preferibile l’invio di DLT Tape.
Il master deve essere in perfette condizioni e privo di graffi, impronte ecc.

Attenzione! Non si accettano master caricati su ftp o inviati tramite e-mail
Il master deve pervenire in originale presso il nostro studio.

Lo stabilimento di duplicazione conserverà il master da voi inviato per un periodo di 6 mesi al termine del quale verrà distrutto.
Vi preghiamo quindi di creare una copia di sicurezza del master che ci spedirete.
Non ci sarà la possibilità di renderlo assieme ai duplicati.
Per eventuali ristampe lo stabilimento utilizzerà il glass master realizzato che conserverà dopo averne avuto indicazione.

RESPONSABILITA’ PER MASTER DIFETTOSI

Prima dell’invio dei master, il cliente è tenuto a verificare accuratamente i supporti informatici destinati alla replicazione, garantendo che il master in oggetto pervenga a noi privo di virus ed esente da ogni altro difetto qualitativo. Il cliente sarà ritenuto responsabile per qualsiasi danno e ulteriore conseguenza provocati allo stabilimento dalla fornitura di supporti informatici infetti o danneggiati


Consigli per la creazione dei file grafici

Le dimensioni della label attualmente in uso per CD, DVD e CD-R, così come le dimensioni delle parti cartacee standard per CD e DVD, sono scaricabili come file PDF e templates dal nostro sito nella sezione Template Grafici

Nella realizzazione dei vostri file dovreste comunque seguire questi semplici consigli

Colori e Copertura dei colori

Realizzare sempre i file grafici in formato CMYK, che è il formato utilizzato per la stampa.
Realizzando i file grafici in formato RGB o LAB ci troveremmo costretti a convertire gli stessi in formato CMYK e potrebbero verificarsi, in seguito alla conversione, delle distorsioni cromatiche rispetto all’originale

Cyan, Magenta, Yellow e Black, ciascuno al 100%, danno una copertura totale al 400%. Vi consigliamo di non superare la percentuale totalizzata al 320% perche' si possono verificare i seguenti problemi:
a) il colore non si asciuga sulla carta
b) il colore si trasmette sulle pagine sottostanti
c) la carta si dilata.

Lo stampatore si trova cosi' costretto a diminuire il colore nella stampatrice creando una conseguenza negativa sulla qualita' dei colori. Tale problema si presenta specialmente sullo sfondo, nel logo e nelle lettere in grassetto o molto fini.

Font

Se ci inviate i file aperti (tipo pdf 1.4 - 1.5 -...) inserite i fonts, cioe' il tipo di lettere utilizzate per il testo. Se questi non vengono forniti, verranno utilizzati automaticamente i fonts del sistema e si possono creare dei risultati indesiderati: ad esempio - i caratteri, il flusso del testo o l'allineamento possono essere stampati in modo sbagliato o addirittura mancare del tutto.

E' sempre comunque preferibile convertire in tracciati tutti i font utilizzati nel progetto grafico, questo mette al riparo da tutti gli inconvenienti citati sopra.

Specifiche

Le specifiche tecnice utilizzate sia per la personalizzazione dei dischi che per le stampe tipografiche possono cambiare da duplicatore a duplicatore. Le misure relative alle specifiche devono essere prese in considerazione quando si prepara il layout. Potete trovare sul nostro sito le specifiche piu' in uso. Mentre Vi invitiamo a richiederci quelle relative a packaging speciali. Generalmente per la stampa della label (etichetta CD) consigliamo il fondo bianco per ottenere un risultato migliore nei colori. Quando preparate il layout del vostro CD, dovete calcolare l'area di laccatura e il diametro del foro centrale che non dovete omettere dal vostro disegno. Difatti e' preferibile inviarci la label con il disegno intero per garantire un adeguamento al 100% al nostro sfondo bianco.

Abbondanza

Quando preparate il disegno relativo alla copertina del vostro CD dovete aggiungere ai bordi un'abbondanza di almeno 3 mm. Se non estendete le vostre immagini o il colore di fondo con un'abbondanza di almeno 3 mm puo' succedere che durante il taglio rimanga un bordo di carta bianca.

Tolleranza di 3 mm

Attenzione posizionate solo i colori di sfondo fino al bordo pagina e non i testi o le immagini fotografiche.
Esempio:
Booklet dimensione definitiva mm 120x120
creare l'abbondanza per effettuare al meglio il taglio; in questo modo la dimensione della pagina del booklet sara' mm 123x123. Non posizionare i testi ad una distanza di 3 mm dal bordo perche' tagliando il booklet avremo i testi sulla linea di taglio. La distanza dei testi dal bordo sara' spostata all'interno di 6mm. (Idem per inaly card, digipak ecc.)

Impaginazione

Il layout delle pagine di un libretto puo' essere fatto in sequenza di pagina e quindi in singole pagine oppure in coppie di pagine, in questo caso la composizione di un libretto ad esempio di 8 pagine sara':
coppia di pag.: 1-8 , 2-7 , 6-3 , 4-5.

profili ICC

I profili ICC sono degli insiemi di dati standard (profili di colore) che definiscono la qualita' di riproduzione dei colori di: monitor, scanner, fotocamera digitale, stampante etc. Una corretta gestione del profilo ICC permette una corretta riproduzione del colore durante la stampa. L'uso improprio del profilo ICC puo' causare un effetto finale indesiderato o scadente. I profili Euroscale e ISO corrispondono allo standard usato dalle aziende tipografiche e danno i risultati migliori. I profili errati verranno automaticamente rimossi dal tipografo dai file consegnati ma anche in questo caso si puo' verificare un cambio di colore.

Colori

Per le stampe in serigrafia o in offset si usano i colori di quadricromia CMYK oppure i colori pantone. Se vengono consegnati file in scala colori RGB o LAB sara' necessario convertire i colori in CMYK. Verra' applicato un costo aggiuntivo e non garantiamo l'esattezza nei toni di colore perche' la conversione produce una leggera variazione che potrebbe non soddisfare piu' le vostre esigenze.
I file in scala colori RGB vanno bene per stampe a getto d'inchiostro.

Versione PDF

La versione standard nell' industria tipo-litografica e' il PDF 1.3. Non utilizzate l'opzione di creare i pdf direttamente da alcune applicazioni che producono pdf-version 1.4, 1.5 o 1.6, perche' attualmente questi pdf non possono essere usati senza il rischio di perdere o cambiare alcuni elementi durante la stampa. I fallimenti o gli errori nella stampa di questi pdf sono le trasparenze o gli strati.

Il metodo piu' sicuro per prepare dei pdf stampabili e':
1) Convertire i dati dal programma, con cui sono stati creati, in un formato postscript, premente : File -> stampa -> seleziona una stampante postscript.
2) Convertire il formato postscript in pdf utilizzando Adobe Acrobat Distiller.

Differenze cromatiche

Le parti tipografiche sono in genere stampate in composizione multipla di vari lavori;
l’ottimizzazione fra le diverse componenti è pertanto possibile solo in misura molto limitata. Piccole differenze cromatiche rispetto ai documenti di controllo rientrano pertanto nei limiti di tolleranza.
L’uniformità cromatica fra involucri in cartone, booklet, inlay, e supporto ottico è in genere molto difficile da ottenere, poiché i singoli prodotti sono realizzati presso tipografie diverse e con tecniche di stampa diverse. Inoltre, ad esempio, il comportamento del cartone rispetto alle caratteristiche del bianco sono assai diverse da quelle della carta o della plastica del CD/DVD.

Siamo quindi in grado di assicurare e confermare la fedeltà cromatica (entro i limiti descritti) solo se viene fornita una prova di stampa separata (cromalin) per ogni prodotto.

Consegna dei file

Vi preghiamo di inviarci tutti i dati di identificazione del vostro prodotto nel caso che ci fornite i file grafici separatamente all'ordine, al master o senza preavviso; indicando:

  • Nome del cliente
  • Titolo del prodotto

Questo di permette di associarlo immediatamente all'ordine senza perdite di tempo che potrebbero fare slittare i tempi di lavorazione provocando ritardi nella produzione e nella consegna.


 
 Duo Srl - Via Vittoria, 166 - 36065 Mussolente (VI) - R.I./C.F./P.I. 03170180248 - R.E.A. VI-304234  Condizioni d'uso Privacy